Turismo di lusso: il 2018 è stato un anno da record. È quanto emerge dalle considerazioni degli operatori del settore italiani, interpellati nell’ambito di uno studio sui principali brand di alta gamma.

Un anno positivo per l’hotellerie di lusso

Dodici mesi da record quelli appena passati per gli operatori del turismo si lusso. I brand di alta gamma, infatti, hanno lavorato molto e bene nel corso del 2018 e sono riusciti a macinare risultati importanti. Un anno importante che sembrerebbe segnare un’importante inversione di tendenza, con il ritorno di clienti importanti, con una elevata capacità di spesa. Un ottimo inizio per il nuovo anno.

Cosa dicono i manager

I commenti raccolti dai portali specializzati e rilasciati dai principali manager di settore sono unanimi e riflettono un anno perfetto. Perché, come commentano in molti, “il lusso tira”. Marcello Scaccabarozzi, director of global sales per Italia e Svizzera di Belmond, commenta: “Nel 2018 il mercato italiano è andato benissimo, anche grazie alla collaborazione con t.o. e adv”. Gli fa eco Sonia Travaini, sales manager di Como Hotels & Resorts: “il mercato di alto livello ha sempre tenuto, in realtà, ma il 2018 ha segnato anche il ritorno dei piccoli gruppi”.

Offerta di lusso

Le strutture ricettive di alta gamma devono necessariamente essere sempre all’altezza del loro compito. Per questa ragione devono curare ogni singolo dettaglio, a partire dai kit cortesia che devono sapere sorprendere e accogliere i turisti. È fondamentale, quindi, sceglierli con cura e attenzione e non accontentarsi mai. È possibile farlo anche sfruttando i vantaggi offerti da un mercato in trasformazione, come quello che trova nell’innovazione il miglior alleato. È il portale www.linea-cortesia.it a consentire alle migliori strutture alberghiere di accedere a un’offerta ampia e variegata.

Cosa guida i risultati del 2018?

Cosa ha permesso al 2018 di trasformarsi in un anno di rilancio per il comparto? Il gran lavoro svolto dalla filiera. Ancora una volta, infatti, è l’unione che riesce a fare la differenza. La collaborazione della filiera, infatti, ha giocato un ruolo determinante nella crescita del settore, tanto da invertire la rotta di un comparto che stentava a riprendersi dalla crisi. Per Patrizia Di Patrizio, titolare di The Luxury Lab e rappresentante in Italia di Sun Siyam Iru Fushi Maldive ed Echo Resorts nel Borneo Malese, “Si è instaurato un clima di fiducia e rispetto reciproco: il 2019 ha i presupposti per andare ancora meglio”. È così anche per Giusy Magni, managing director Italy di Six Senses e rappresentate in Italia di Gili Lankanfushi Maldives: “Il 2018 per noi è stato un anno col botto: ora è importante mantenere il trend anche nel 2019”. Ulteriori commenti positivi arrivano da Maurizio Maggi, rappresentante per il mercato italiano di Oberoi, che si sbilancia anche sulle previsioni relative al 2019: “ci aspettiamo un altro ottimo anno, dopo averne chiuso uno con risultati decisamente molto buoni”.

Tutte le novità del 2019

Un anno ottimo e prospettive rosee. È questo l’anno della conferma per l’inversione di tendenza. Cosa c’è all’orizzonte? Le novità sono tante e aprono tutte a scenari in trasformazione, propiettati sempre più verso la ricerca dell’eccellenza. Belmond da poco è entrato a far parte del gruppo Lvmh e sul mercato è stato lanciato un nuovo prodotto The Lux Collective.